Scomparso Mimmo Russo, editore delle syndication nella Trinacria

E’ improvvisamente scomparso prima di varcare la soglia dei 70 anni, pare a seguito di una caduta, Domenico (Mimmo) Russo, deus ex machina del gruppo radiofonico siciliano RMB, vettore di molti prodotti nazionali declinati su scala locale nella Trinacria.mimmo russo – Radio. Sicilia: scomparso Mimmo Russo, editore delle syndication nella TrinacriaEra tra i pionieri della radiofonia, avendo iniziato nel 1976 con Radio Mongibello Belpasso (da cui, appunto, l’acronimo RMB), nel paese omonimo in provincia di Catania.
Tra i prodotti diffusi da RMB spiccano quelli di Annibale Notaris (Gruppo ADN Italia, Calabria) e soprattutto di Loriano Bessi (Media Hit), al quale Russo era legato da lunga amicizia: “Radio Cuore”, “Radio Fantastica”, “Gamma Radio”, “Radio Ricordi”, “Radio News 24”, “Radio Juke Box”, “Etna Radio”, “Radio Sportiva” e “Alta Frequenza”. (E.G. per NL)

Rivoluzione HD su Tivusat

Oltre ai canali in HD presenti in chiaro o Free to view (tramite card Tivùsat) , una vera è propria rivoluzione in HD sta per avvenire sul polo satellitare Hotbird 13° Est , da sempre punto di riferimento per la ricezione via satellite dei canali in lingua italiana.

Infatti si rincorrono voci riguardante il futuro arrivo di alcuni canali Mediaset in formato HD (da sempre restia alle novità in campo satellitare riservandole al solo terrestre) ; le uniche certezze sono  la presenza certa dei 3 generalisti Rete4 , Canale 5 ed Italia 1 e  la futura frequenza sul quale verranno trasmessi , la 11.432 Mhz in polarizzazione Verticale DVB-S2 , già usata da Mediaset in passato come ponte per il digitale terrestre .

Un’altra novità inattesa è l’arrivo quasi in sordina del canale Top Calcio 24 HD in Mpeg 4 sulla frequenza 11.373 H DVB-S2  SR27500 Fec 3/4 ; il canale , trasmesso in chiaro con un Bitrate Totale di 3Mbit circa , dovrebbe entrare presto in numerazione Tivùsat

Le novità non finiscono di certo qui ; infatti la TV di stato  SMTv San Marino, già presente in definizione standard e su Tivùsat , arriva in versione HD Mpeg4. Anche questa versione del canale dovrebbe entrare presto in numerazione TivùSat.
Questi i parametri per la ricezione  : 12,149 GHz, pol. V, SR: 27500, FEC: 3/4, DVB-S ; bitrate Video 5,43Mbit , Audio 192Kbit Stereo.

Inserita inoltre in versione HD  sulla frequenza DVB-S2 11642 H 27500 3/4 , Radio Zeta TV , che si aggiunge ai già presenti Radio Freccia TV HD e RTL 102.5 TV HD (da breve non più in upscale ma in puro HD) . Il bitrate del canale è pari a 1.84Mbit Video e audio 192Kbps stereo. A breve verrà inserito in numerazione Tivùsat.

Infine un altro canale HD di futura partenza sta per arrivare in chiaro ed a breve in numerazione Tivùsat ; si tratta di uno “Spin-off” di Radio Italia Tv  , Radio Italia Rap Tv. Al momento è presente un promo in loop sul futuro arrivo sul canale Test TSPZ presente sulla frequenza  11662 V 27500 3/4 . La risoluzione video del canale è 1440x1080i con un bitrate di 2,71 Mbit in MPEG-4 ed audio 256 kbps Stereo.

Pop Italy ,canale già presente in numerazione e visibile con card TivùSat, risolve alcuni problemi di emissione .
Bitrate Video 3,30 Mbps  MPEG-2 – Risoluzione 704x576i 16/9 , audio Stereo 128 kbps , frequenza 11.541Mhz , SR 22000 , FEC 5/6 .

Problemi per il canale in chiaro , al momento in test , Match Music TV , presente in Mpeg4 SD sulla frequenza DVB-S2 12092 Mhz Pol H SR 29900 FEC 3/4 , ed in alcune zone di Italia anche in DTT su LCN 248 ; oltre ad avere una programmazione differenziata dal canale DTT ed a trasmettere con rapporto di aspetto errato , il canale è al momento inattivo.

Tivùsat , la piattaforma satellitare Gratuita

Su questo sito ci soffermiamo quasi sempre sulle TV presenti sul digitale terrestre e sulle novità ad esso collegate ; ma quest’oggi vorremmo parlare di un altra piattaforma digitale dove , in modo gratuito , è possibile seguire molte delle emittenti già presenti in DTT anche nel formato in Alta Definizione.

Questa piattaforma è presente sul polo satellitare Hot Bird a 13° Est , dove peraltro è presente anche la piattaforma digitale a pagamento Sky , ed è chiamata Tivùsat , società partecipata da Rai , Mediaset e La7.

L’obbiettivo di Tivùsat era dapprima quello di supporto per le aree svantaggiate dove in digitale terrestre si contava la presenza di pochi mux terrestri e per permettere quindi la visione dei canali mancanti nella propria zona , ma è andata via via espandendosi con alcune esclusive tra le quali il canale internazionale di musica classica Mezzo ed il canale Rai in Ultra HD , Rai 4K.

Su Tivùsat è da notare la presenza di 95 canali di cui ben 32 canali in HD , tra i quali tutta l’offerta RAI , RTL 102.5 , Radio Freccia ,  Nove , Radio Italia , Euronews e molti altri tra canali stranieri ed italiani. 

Mentre in definizione standard è possibile seguire tutti i canali Mediaset  e molti dei canali già presenti nel digitale terrestre , quali Super , Spike , VH1 , Paramount Channel , Giallo , Pop , Alice , La7 , Tv8 , Dmax  e molti tra i canali  Italiani (locali e non) ed Europei più interessanti ed infine usare i vari servizi interattivi disponibili.

Inoltre , oltre ai canali presenti sulla piattaforma Tivùsat , è possibile sintonizzare anche altri canali Free To Air presenti sul satellite HotBird 13° Est quali TgNorba24 , RadioNorbaTv , MarcoPolo ,Canale Italia e molti altri canali di ogni genere disponibili in modalità gratuita , grazie anche al fatto che il decoder interattivo Tivùsat non prevede nessun blocco sulla sintonizzazione degli altri canali disponibili.

Per accedere alla piattaforma Tivusat è necessario munirsi di parabola puntata sul polo satellitare HotBird 13° Est , acquistare il relativo Decoder + smartcard od in caso di TV con sintonizzare Sat incorporato , il modulo di accesso CAM + Smartcard ed attivare la card col proprio Codice Fiscale sul  sito Tivùsat  o tramite telefono; dopo l’attivazione non è previsto nessun costo aggiuntivo.

Abbiamo voluto parlare di TivùSat ed allargare DiarioTv al mondo satellitare in quanto , oltre a trattarsi di canali televisivi Italiani , ben presto molte novità . in HD e non , verranno inserite anche in esclusiva su questa piattaforma digitale satellitare gratuita.

Stay Tuned.

A Palermo nasce ‘Time 90’, la radio per rivivere gli anni 90

Beverly Hills 90210, la dance prodotta in Italia che fece ballare tutto il mondo, gli occhi di Totò Schillaci ai Mondiali di calcio delle notte magiche, la prima guerra (del Golfo) in diretta televiva, l’avvento di internet…

Non sono questi che alcuni ricordi di quello che avvenne negli anni 90, un vero e proprio spartiacque tra due mondi, durante i quali hanno avuto un’accelerata tutti quei meccanismi che hanno portato alla società di oggi, caratterizzata dall’iper-connessione, dalla condivisione del privato, dalla ricerca spasmodica e spesso eccessiva dei ’15 minuti di celebrità’.

Un periodo che va guardato non solo con gli occhi della nostalgia ma anche con quelli di chi vuole saperne di più sulle dinamiche, buone e cattive, che hanno portato alla società di oggi.

E a Palermo, dal 20 febbraio, proprio per rivivere quegli anni grazie a un percorso non solo musicale, cominceranno le trasmissioni di ‘Time 90‘, la radio ufficiale degli anni 90, che sarà in onda nel capoluogo siciliano sulla frequenza 92.3 FM.

La nuova emittente affiancherà quella già tanto nota in Sicilia di ‘Radio Time‘ e sarà sostenuta da una pagina su Facebook, su cui gli ascoltatori potranno condividere i propri ricordi, le proprie esperienze e le loro proprie idee sugli anni ’90.

 Time 90, infatti, non sarà una semplice playlist orientata musicalmente, bensì un vero e proprio canale tematico dedicato non soltanto a chi ha vissuto il decennio dal 1990 al 1999 come ‘i migliori anni della vita’.

Time 90 sarà cronaca, costume, cultura, abitudini degli anni ’90, ma anche un contest tra band musicali e una gara di remix.

Si parte, come scritto, lunedì prossimo con oltre mille brani suddivisi tra musica italiana, internazionale e dance per quella che non sarà una semplice operazione nostalgia.

“Anche coloro che non c’erano ancora oppure erano troppo piccoli per ricordare – i cosiddetti millennials – dovrebbero conoscere gli anni ’90, perché sono stati ricchi di emozioni forti, sia positive che negative, che insieme possono dar vita a idee ed energie nuove per il futuro. Per tutto questo nasce TIME 90”, si legge sulla nota stampa.

L’editore di Radio Time e Time 90, Lello Sanfilippo ha spiegato che “abbiamo scelto di allargare la nostra offerta con un palinsesto che non esiste nel panorama radiofonico generale. In particolare, gli anni 90 che noi abbiamo vissuto in prima persona e che adesso vorremmo trasmettere, alla luce della nostra esperienza, alle nuove generazioni”.

Fonte : Restoalsud